Un medico e un’infermiera dell’ospedale di Saronno in provincia di Varese, amanti, sono stati arrestati con l’accusa di omicidio per alcune morti sospette in corsia e per il presunto omicidio del marito di lei.
Leonardo Cazzaniga, anestesista, è accusato dell’omicidio di 4 anziani pazienti fra il 2012 e il 2013 all’ospedale di Saronno  dove lavorava e, successivamente, di aver ammazzato con Laura Taroni – infermiera dello stesso reparto arrestata anche lei oggi e ritenuta dalla Procura di Busto Arsizio l’amante del medico – il marito di lei, morto non in ospedale. Per entrambi l’accusa è comunque di omicidio volontario.

L’operazione è stata denominata ‘Angeli e demoni’. Secondo quanto ricostruito dalle indagini, iniziate nel 2014 e coordinate dalla Procura di Busto Arsizio, il medico, che lavorava al pronto soccorso dell’ospedale di Saronno e che poi era stato trasferito, è accusato dell’omicidio di 4 pazienti anziani e malati ricoverati nello stesso reparto. I delitti sarebbero avvenuti dal febbraio 2012 all’aprile 2013. L’accusa sostiene che alle vittime l’anestesista ha somministrato “dosi letali di farmaci per via endovenosa, in sovradosaggio e in rapida successione”. I farmaci usati, spiega nel dettaglio la Procura in una nota, sono “clorpromazina, midazolam, morfina, propofol e promazina”. L’omicidio del marito dell’infermiera sarebbe avvenuto alla fine di giugno 2013. All’uomo i due arrestati avrebbero somministrato (non in ospedale), “per un lungo periodo, farmaci assolutamente incongrui rispetto alle sue reali condizioni di salute, debilitandolo fino a condurlo alla morte”.

Redazione Cronache della Campania