Misterioso attentato alla caffetteria “Papillon” di Marano di proprietà del cugino di Giuseppe Polverino, superboss dell’omonimo clan in carcere dal marzo del 2012. E’ avvenuto una settimana fa ma è venuto alla luce solo oggi. Secondo la ricostruzione degli inquirenti una decina di motociclisti ha fatto irruzione nel locale di Torre Caracciolo, proprio vicino alla casa natale del boss, distruggendo vetrine, rovesciando tavoli, fino a picchiare un dipendente.Una dimostrazione di forza  dei nuovi signori della camorra locale nei confronti dei vecchi boss. Gli investigatori non escludono che il raid sia partito dalla vicina Melito regno degli “scissionisti” o da Scampia versante Vanella-Grassi. Certo è che il segnale è preoccupante e che la tensione tra le cosche della zona continua ad essere altissima.

 

Redazione Cronache della Campania