Per la rissa a Napoli nel giorno di Natale con tre feriti accoltellati, le indagini condotte dalla polizia hanno accertato che la violenta lite e’ avvenuta tra componenti di alcuni nuclei familiari, ed e’ scoppiata per motivi passionali. Raccolte testimonianze ed elementi, gli investigatori hanno inviato gli atti alla Procura di Napoli che decidera’ i provvedimenti da adottare. Oltre le persone ferite, sarebbero coinvolti anche altri familiari e parenti. Erano le 15,30 quando alla calata San Mattia, nel cuore dei Quartieri Spagnoli, diverse persone vennero alle mani e poi al coltello per questioni sentimentali. La polizia, arrivata dopo una segnalazione al 113, non trovo’ nessuno. In un breve lasso di tempo, da due ospedali giunsero segnalazioni di ricovero. Un 36enne incensurato e un uomo di 59 anni, con piccoli precedenti arrivarono al Pellegrini con ferite giudicate guaribili rispettivamente in 20 e 12 giorni. Un terzo ferito, invece, arrivo’ al Loreto Mare, con una lesione guaribile in 7 giorni. Le indagini hanno consentito di collegare i due episodi, chiarire il movente e individuarne i responsabili.

Redazione Cronache della Campania