Bombe e pugni al vicesindaco di Sarno, finisce in carcere Andrea Lanzieri

Sarno. Aggressione all’avvocato e vicesindaco Gaetano Ferrentino, bombe e droga: nuovo arresto per Andrea Lanzieri. Stamattina, gli agenti della Digos di Salerno hanno eseguito un’ordinanza a carico del 27enne di Sarno, emessa dal Gip di Nocera Inferiore su richiesta del pm Roberto Lenza. In seguito all’arresto, avvenuto il 9 novembre scorso, gli agenti del Commissariato di Sarno e del Reparto Prevenzione Crimine Campania avevano ritrovato un ordigno esplosivo e 125 grammi di marijuana nell’abitazione dell’indagato. Sull’ordigno, il pm ha disposto degli accertamenti tecnici irripetibili. Lanzieri è indagato per l’aggressione ai danni di Gaetano Ferrentino, vicesindaco del Comune di Sarno, avvenuta il 25 ottobre del 2016 per strada. Ferrentino era stato colpito con un pugno al volto, in seguito alla mancata assegnazione dell’appalto per la potatura degli alberi nelle aree comunali. Andrea Lanzieri era già noto per precedenti in materia di spaccio di droga, detenzione abisiva di armi e munizioni e reati contro il patrimonio. L’arresto è scaturito dalle continue violazioni del regime di arresti domiciliari, a novembre scorso. Infatti, Andrea Lanzieri avrebbe avuto frequenti contatti con soggetti diversi da quelli del nucleo familiare. La richiesta di arresto è stata accolta dal gip Giovanna Pacifico che ha emesso nei confronti del 27enne un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. 

Redazione Cronache della Campania