Detenuto morto per aver rifiutato il cibo in carcere: la Procura apre un’inchiesta

Disposta dalla Procura di Napoli l'autopsia per Stefano Crescenzi, 36 anni romano, morto il 23 gennaio scorso dopo essere entrato in coma mentre si trovava detenuto presso una struttura ospedaliera partenopea. L'esame autoptico è stato disposto nell'ambito dell'inchiesta, contro ignoti, aperta dalla procura di Napoli, nella quale si ipotizza il reato di omicidio colposo. Crescenzi […]

Articolo precedenteClan Puccinelli: ci sono 137 indagati. TUTTI I NOMI DEGLI ARRESTATI
Articolo successivoLe mozzarelle dell’imprenditore di Agerola in cambio delle spiate del Procuratore: tutti i retroscena