Allegri, Juventus: “Per me i rigori c’erano”

“E’ stato un bel secondo tempo. Nel primo abbiamo sbagliato molto tecnicamente e ci siamo fatti beccare un paio di volte sui loro uno-due e abbiamo subito due-tre tiri dai 25 metri oltre al gol. Noi abbiamo avuto delle occasioni con Dybala, Mandzukic e Lichtsteiner, ma il primo tempo nostro e’ stato brutto tecnicamente, il secondo invece e’ andato molto meglio. Non e’ questione di difesa a tre. Dovevamo far girare piu’ velocemente la palla e l’abbiamo consegnata spesso agli altri, eravamo sempre a rincorrere e in questi casi dai la sensazione di poter subire cose pericolose. Complimenti alla squadra, siamo andati sotto ma c’e’ stata una bella reazione, siamo cresciuti fisicamente nel secondo tempo e sono contento”. Massimiliano Allegri commenta cosi’ il 3-1 in rimonta della sua Juventus sul Napoli, risultato che consente ai bianconeri di avvicinarsi alla finale di Tim Cup. “Il Napoli e’ sempre una squadra difficile da affrontare, poi la Juve e’ in crescita, ha finito bene la partita e questo vuol dire che stiamo bene fisicamente – sottolinea il tecnico toscano ai microfoni di Rai Sport -. Nel secondo tempo abbiamo fatto bene, questa squadra ha ancora molti margini di miglioramento, c’e’ da fare i complimenti a tutti. Un giocatore che e’ cresciuto molto e’ Pjanic, nella doppia fase di interdizione e costruzione”. Il Napoli, che potrebbe a sorpresa interrompere il silenzio stampa, protesta per l’arbitraggio di Valeri.

Che voto gli darei? Faccio fatica a dare i voti ai miei e a me, figuriamoci all’arbitro – replica Allegri – Credo che ci siano stati dei bei contrasti e che abbia lasciato correre al momento giusto. Dal campo sembravano rigori, non so se lo erano ma l’arbitro ha fischiato. La prestazione della Juventus non si puo’ ridurre a quello, potevamo fare piu’ gol o pareggiare prima, non dobbiamo guardare a queste cose”.

Redazione Cronache della Campania