Telecamere di videosorveglianza al rione Sanità, la Regione accelera i tempi. Il 31 marzo verranno affidati i lavori alla ditta aggiudicataria: l’obiettivo è installare 13 “occhi elettronici” entro la fine di aprile.A Palazzo Santa Lucia è stato firmato nei giorni scorsi un decreto dirigenziale che consente di compiere un grande passo in avanti. Sulla base dell’accordo denominato “Sicurezza per lo sviluppo della Regione Campania-Giancarlo Siani” con cui furono stanziati oltre 346mila euro per garantire la sicurezza lungo i percorsi turistici al Rione Sanità, è stato costituito in maniera definitiva il gruppo di lavoro sul progetto di videosorveglianza nella zona che va dal Borgo Vergini fino al Cimitero delle Fontanelle. Ne fanno parte cinque professionisti: l’ingegnere progettista Rocco Orlando proveniente dal Genio Civile di Avellino, l’ingegnere Giovanni Di Bonito per seguire ogni aspetto tecnico, Raffaele Mosca per garantire il supporto tecnico/amministrativo, l’ingegnere Renato Mennitti in qualità di collaudatore in corso d’opera e statico ed infine il geologo Cesare Guadagno. La Regione ha dovuto ricercare le necessarie figure professionali, ma il settore Mobilità ha fornito il suo nominativo soltanto lo scorso 24 febbraio. L’Autorità Nazionale Anticorruzione guidata da Raffaele Cantone aveva emanato il 26 ottobre 2016 le linee guida sul procedimento, nell’ultima settimana si è provveduto a completare la struttura che seguirà tutto l’iter di installazione di telecamere considerate fondamentali per arginare il triste fenomeno delle “stese”.

Redazione Cronache della Campania