La sentenza: tumore provocato da cellulare

L’utilizzo prolungato e continuativo del cellulare, usato senza auricolari né vivavoce, è stato riconosciuto dal giudice di Ivrea Laura Fadda come possibile causa dell’insorgenza di un tumore. La vittima, che ricorreva contro l’Inail, è un tecnico della sede di Torino di una grande azienda di telefonia italiana. Si chiama Roberto Romeo, ha 57 anni e […]

Articolo precedentePuglia: il gasdotto si fa
Articolo successivoCantone: ridimensionato sugli appalti