Napoli, bomba al bar dell’Università a San Giovanni a Teduccio, i proprietari: “Non ci lasciamo intimidire”

“Vicino a Davide e Nelson, titolari dell’University lounge bar a San Giovanni a Teduccio. Faccio mie le parole del professor Cosenza. Non si deve cedere al ricatto contro chi sta investendo tutti i propri risparmi nel primo bar nato di fronte al Polo della Federico II. Non può esistere lotta alla criminalità senza cultura della legalità e senza che cittadini ed istituzioni camminino insieme nella battaglia per la conquista della legalità nel nostro territorio”. Sono le parole del deputato Pd e membro della Commissione Antimafia, Massimiliano Manfredi in merito alla bomba contro il bar tavola calda della nuova facoltà di Ingegneria e degli studenti di Apple. 

I due proprietari Davide e Nelson non si sono persi d’animo e in un’intervista affermano: “Ci abbiamo rimesso seimila euro, tremila a testa e abbiamo sistemato tutto. Ora riapriamo, perché siamo bravi ragazzi e non ci arrendiamo ai delinquenti. È meglio che qui non vengano perché li faremmo arrestare subito. L’università la sentiamo nostra, è la speranza del quartiere. Però il ministro dell’Interno faccia aumentare la sorveglianza”. Anche il professor Edoardo Cosenza si schiera al fianco dei due titolari e afferma: “La camorra non avrà il sopravvento. La nostra missione è creare nuovi laureati di valore, ma anche creare sviluppo e riqualificazione a San Giovanni; non certo di alimentare i parassiti. Una parte dei danni la paghiamo privatamente noi. Ma non si cede al ricatto contro chi sta investendo tutti i propri risparmi nel primo bar nato di fronte al nostro Polo della Federico II: giovani imprenditori del posto che vanno sostenuti. E le forze dell’ordine faranno il massimo per scovare questi parassiti e chiuderli nelle fogne dove meritano di stare”. Così nel giorno della Liberazione, come ricorda Il Roma, la camorra ha voluto ribadire che il quartiere non è affatto “libero” ma sempre sotto il controllo dei vari clan. La camorra ha voluto lasciare il segno e lo ha fatto con la prepotenza del suo modo di essere. Una bomba davanti al “Lounge University” del corso Protopisani a San Giovanni a Teduccio. Il proprietario contattato dalle forze dell’ordine ha escluso di aver ricevuto alcuna minacce. La zona è sotto il controllo del clan Mazzarella e quindi potrebbero essere “dietro” al raid messo a segno due giorni fa. Ma di recente la zona è sotto stretta osservazione da parte delle forze dell’ordine per scarcerazioni eccellenti.