Salernitana: Testa, anzi Coda

Quattro partite all’appello nelle quali i gol di Coda potrebbero spostare gli equilibri nelle zone alte della classifica, quattro partite per spingere finalmente la Salernitana all’interno dei playoff e magari provare a eguagliare il record personale di marcature in una stagione (17 con il Gorica).
Il momento, però, richiede l’aiuto di tutti, nessuno escluso. Se Donnarumma, Rosina e Joao Silva vivono situazioni diametralmente opposte, che non hanno fatto altro che condizionarne la stagione, Improta e Sprocati devono soltanto superare gli acciacchi fisici per ritornare immediatamente a disposizione di Bollini. Questa mattina al Mary Rosy (10.30) il tecnico inizierà a lavorare sul terzetto offensivo da schierare, mentre lo staff medico proverà a capire i tempi di recupero degli infortunati. Le sensazioni sembrano essere positive all’interno dell’entourage granata, ma ora come ora c’è bisogno soltanto di certezze. Tempo pochi giorni e poi sarà già sfida contro il Frosinone, una super sfida. I novanta minuti che potrebbero anche decidere il futuro della Salernitana. Un futuro che passerà dai gol di Coda e dalla verve di un attacco che negli ultimi tempi ha balbettato e anche troppo, solo così si potrà continuare a sognare in grande anche nelle prossime settimane.