Alfonso Ancona è il nuovo Delegato Regionale Fispes

Alfonso Ancona (40 anni, di Torre del Greco) è il nuovo Delegato Regionale in Campania della Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali (Fispes). Alfonso Ancona è laureato in Scienze Motorie con specifiche competenze in ambito Economico-Manageriale. Ha proseguito gli studi presso il Master internazionale di I° livello in Strategia e Pianificazione delle Organizzazioni e degli Eventi Sportivi, con relativo stage presso il Comitato Italiano Paralimpico (Cip), ex Federazione Sport Disabili, (presieduto dall’avvocato Luca Pancalli, ex commissario strordinario Figc). Alfonso Ancona è anche scrittore e giornalista, in questa veste ha condotto programmi sportivi su reti locali, scrive e ha scritto per importanti testate giornalistiche locali e nazionali. In più, da diversi anni, pratica atletica leggera nella specialità del fondo e mezzofondo a livello amatoriale.

Il neo Delegato regionale ha dichiarato: “E’ una grande emozione che condivido con tutte le persone che mi sono vicine. Ringrazio fra tutti il Presidente Federale Sandrino Porru e il Segretario Federale Arianna Mainardi per aver creduto in me. Ringrazio anche chi mi ha preceduto in questo delicato incarico. Da domani comincerà il lavoro sul campo, quello vero, che appassiona tutti e cercherò di dare le risposte che le persone meritano. Il mio impegno si baserà essenzialmente su tre direttrici fondamentali: lo sport, il sociale e la comunicazione. Chi siamo e cosa facciamo dovrà essere chiaro a tutti. I tesserati sono il nostro patrimonio, bisogna ascoltare la base e capire le sue esigenze. Dobbiamo consolidare e, contemporaneamente, crescere il movimento in Campania”.

Alfonso Ancona entra a far parte anche nel Consiglio Regionale del Cip.

Attualmente alla Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali è demandato il coordinamento e l’organizzazione delle seguenti Discipline:
– Atletica Leggera praticabile da soggetti deambulanti e non, di tutte le disabilità fisiche e sensoriali.
– Tiro a Segno, per soggetti deambulanti e non, di tutte le disabilità fisiche.
– Rugby in Carrozzina, riservata a soggetti non deambulanti con lesioni equiparabili alla tetraplegia.
– Calcio Paralimpico che comprende il Calcio a 7 per disabili fisici, a cui prendono parte da soggetti deambulanti affetti da cerebrolesioni lievi e il Calcio Amputati ed il Powechair Football.
– Boccia, praticabile da soggetti deambulanti e non, affetti da cerebrolesioni gravi.

Sempre alla Fispes è demandato il compito di valutare eventuali nuove Discipline non riferibili alle altre Federazioni Sportive Paralimpiche riconosciute dal Cip.

Articolo precedenteNapoli, da Capodimonte alla sanità, la terza municipalità: “Nuovo polo turistico”
Articolo successivoInizio Lavori Straordinari Strade Provinciali Area Orientale.TUTTI I COMUNI INTERESSATI