L’altra sera con una stesa di camorra i “nemici” del marito hanno cercato di spaventarla esplodendo tre colpi di pistola contro il suo balcone in via Madama Butterlfly al confine tra Pianura e il Rione Traiano. E ieri è arrivata la risposta di Francesca I, moglie di Salvatore “Lulù” Lazzaro, uno degli “scissionisti” del clan Puccinelli-Petrone del rione Traiano. La donna attraverso il suo profilo facebook, come riporta Il Roma, scrive:  “Sparano a donne e bambini , Lulu non c’è quindi non prendete punti cosi”. E poi ancora, una dedica al figlio, anche lui presente nell’abitazione durante l’attentato: “La tua felicità non permetterò a nessuno di distruggerla cuore di mamma. #iotidifenderòdaognimale”. E poi una serie di messaggi d’amore per il marito attualmente in carcere (fu arrestato nel luglio scorso per una serie di attentati compiuti al rione Triaiano: “Basterebbe un tuo abbraccio per sistemare tutto. Un tuo sorriso per rendermi felice. Una tua carezza per farmi sentire viva. Basteresti tu e nessun altro”. Gli investigatori stanno cercando di risalire agli autori del raid sia attraverso le testimonianze delle persone che l’altra sera aveva visto il commando si pistoleri in sella alla moto esplodere i colpi di pistola all’indirizzo dell’abitazione di Lazzaro sia con l’aiuto dei filmati delle telecamere pubbliche e private presenti lungo il percorso. La preoccuoazione degli inquirenti è che  ci sia una recrudescenza criminale tra i gruppi degli Iove-Lazzaro-Basile e i Puccinelli-Petrone.

 

Contenuti Sponsorizzati