“E’ stato grazie alla richiesta di Gennaro Saiello, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, se la vertenza del Salumificio Spiezia è approdata in III Commissione Lavoro e Attività produttive del Consiglio regionale della Campania. Non possiamo consentire che uno stabilimento produttivo con oltre 100 anni di storia e quasi 90 dipendenti,una realtà fondamentale e identitaria per l’intero territorio vesuviano, rischi di scomparire. Abbiamo chiesto con forza ai rappresentanti aziendali di saldare tempestivamente i tre mesi di stipendi e contributi arretrati ai lavoratori e di ritirare la procedura di mobilità così da attivare intanto la cassa integrazione e creare lo spazio per una trattativa”. Lo dice Valeria Ciarambino, capogruppo del Movimento 5 Stelle che, intervenendo in Commissione insieme all’altro consigliere regionale del M5S Michele Cammarano, ha chiesto alla Giunta De Luca segnali inequivocabili di impegno a sostegno del sito produttivo. “La Giunta De Luca e l’assessore Palmeri non devono fare come il medico che accorre al capezzale del moribondo, limitandosi a lavorare perchè siano concessi gli ammortizzatori sociali – sottolinea Ciarambino – occorre un impegno serrato e di accompagnamento per il rilancio dell’azienda”. “Il primo passo è riconoscere immediatamente gli stipendi arretrati ai dipendenti, far ritirare il piano di mobilità e far scattare gli ammortizzatori sociali – evidenzia la capogruppo – la Regione Campania deve interloquire con il Ministero dello sviluppo economico e dare certezze per garantire un futuro allo stabilimento, intervenendo perchè l’azienda possa rapidamente trovare nuovi investitori”. “Colpisce la velocità della crisi che ha paralizzato le attività produttive dell’azienda – continua – visto che i bilanci del 2015 erano in perfetto equilibrio, crisi il cui costo è stato fatto pagare interamente ai lavoratori”. “Occorre agire con tempestività e impegnarsi affinché siano salvaguardati i posti di lavoro – aggiunge – ma soprattutto rilanciare lo stabilimento per scongiurare la perdita di quote di mercato”. “Come M5S oltre ad essere in tutti i modi accanto ai lavoratori – conclude Ciarambino – seguiremo passo passo la vicenda, sollecitando Giunta e Consiglio, per una evoluzione positiva della crisi industriale”.

Girolamo Serrapica
Contenuti Sponsorizzati