Finti facchini dai Quartieri Spagnoli alla provincia per la truffa dei costumi da bagno

Dai Quarieri Spagnoli fino in provincia travestiti da facchini per compiere una clamorosa truffa-furto: ma sono stati scoperti e bloccati dai carabinieri. E’ accaduto a Santa Maria la Carità dove tre pregiudicati napoletani sono stati presi dopo aver attirato in trappola la proprietaria di una fabbrica di costumi da bagno griffati, facendole credere di dover ritirare diversi pacchi di merce. Con una telefonata  erano riusciti a convincere la donna che quei pacchi dovevano essere ritirati dalla ditta di trasporti per la quale affermavano di lavorare. Per portare a termine la truffa ad- dirittura si erano “travestiti” da corrieri. Indossavano berretti, casacche e gilet con il logo della ditta di trasporto che affermavano di rappresentare. Un trucco che non è servito perché la  proprietaria della fabbrica, aveva subodorato l’inganno e aveva così allertato i carabinieri denunciando le telefonate sospette. Al momento del ritiro dei pacchi, contenenti costumi da bagno per un valore di mille euro, sono intervenuti i militari che  li hanno bloccati e denunciati a piede libero.
Si tratta di due dei Quartieri Spagnoli un 49enne napoletano del vicoletto Politi, di un 49enne di via Girardi e di un 50enne di via della Bussola nella zona di Poggioreale spagnoli, tutti già noti alle forze dell’ordine per reati simili.