Estate: prove di esodo, traffico sostenuto ma niente caos

Giornata senza caos sulla rete autostradale e stradale, a parte qualche eccezione con code e rallentamenti per incidenti. Il tutto nonostante forti timori per i flussi intorno alle grandi citta’ per la fine del week end e per la partenza dei primi scaglioni di vacanzieri. Uniche eccezioni la Liguria, dove un incidente sulla A 10 poco dopo mezzogiorno ha provocato lunghe code fino a 20 km tra Borghetto Santo Spirito e Spotorno; e in Trentino Alto Adige, dove per il mattino e pomeriggio era previsto un bollino rosso in entrambe le direzioni sulla A22 del Brennero, e addirittura nero in carreggiata nord al mattino. Attivato come di consueto in tutto il fine settimana il blocco dei mezzi pesanti (con una massa superiore alle 7,5 tonnellate) dalle 7 di questa mattina fino alle 22. Quella di oggi, e’ bene ricordarlo, agli occhi degli addetti ai lavori ha rappresentato una sorta di prova generale prima del temuto bollino nero di sabato 5 agosto, che dovrebbe interessare sia la mattina sia il pomeriggio in entrambe le direzioni di marcia, non a caso le giornate di ieri, sabato, e di oggi, domenica, sono state segnalate da Autostrade per l’Italia con bollino rosso (rispettivamente mattina-pomeriggio e mattina). Molte criticita’, come accennato, si sono registrate in Liguria: lunghe code si sono formate nel primo pomeriggio sull’Autostrada dei Fiori, all’altezza della provincia di Imperia, per un tamponamento che ha provocato il ferimento di 7 persone, con una donna anziana in gravi condizioni. Il traffico ha subito forti rallentamenti per il funzionamento di una sola corsia di marcia. Code anche sulla A25 tra Chieti e Manoppello e sulla A8 e A26 (Autostrada dei Fiori) e, gia’ in mattinata, sulla A 14 Bologna-Ancona, con lunghi incolonnamenti di auto che hanno raggiunto anche i 7 km. La morsa del traffico si e’ fatta sentire anche sulla A9 Milano-Chiasso, nei pressi della frontiera con la Svizzera, e in direzione del valico del Tarvisio per un incidente che ha provocato quasi 10 km di coda. Traffico intenso poi anche ai valichi di confine in direzione di Francia, Slovenia e Croazia. Nel tardo pomeriggio code di vacanzieri del fine settimana hanno interessato la A1 al bivio con la diramazione di Roma Sud e Valmontone, la barriera di Roma e il bivio tra la A11 e il Raccordo per la A12 Genova-Livorno. Traffico quasi regolare al traforo del Monte Bianco, con code in corrispondenza del Piazzale Italiano verso Chamonix, con un’attesa compresa tra i 15 minuti e la mezz’ora. Pronta al grande esodo anche l’Anas, che sopperira’ alla sfida dell’esodo con 2.500 uomini, preposti alla sorveglianza, e 1.100 automezzi. Per la giornata di oggi l’Anas ha reso noto che il traffico ha riguardato sostanzialmente le direttrici nord e sud e verso le localita’ costiere. A suo dire le strade delle vacanze, quindi con i maggiori flussi di traffico, saranno la statale 36 ‘del lago di Como e dello Spluga’ in Lombardia, la E45 verso Forli’-Cesena, la strada statale 309 ‘Romea’ in Veneto e Emilia Romagna, la statale 20 ‘Del Colle di Tenda’, la strada statale 51 ‘di Alemagna’, le intere dorsali ‘Adriatica’, ‘Jonica’, ‘Tirrena Inferiore’ e ‘Tirrena Superiore’, l’Aurelia in Toscana e Lazio, l’Appia nel Lazio e in Campania, l’A2 ‘Autostrada del Mediterraneo’, la A19 ‘Palermo-Mazara del Vallo’ e la Tangenziale di Catania. In Sardegna la statale 131 ‘Carlo Felice’, la statale 129 ‘Trasversale Sarda’ e la statale 729 ‘Sassari Olbia’, lungo la quale domani, lunedi’ 31 luglio, saranno aperti altri 2,7 km del nuovo tracciato, che comprende il collegamento diretto con l’aeroporto di Olbia.