Salernitana: il doppio hurrà in amichevole

La Salernitana chiude il ritiro con un doppio hurrà in amichevole, un brutto infortunio a Orlando e le solite indicazioni sulle lacune in punti chiave. «Abbiamo difficoltà nella finalizzazione», spiega Bollini nel suo bilancio dei 15 giorni di preparazione. La squadra è rientrata in nottata e avrà 48 ore di libertà, mercoledì pomeriggio la ripresa a Salerno. A Tolentino ieri due sfide. Al mattino il primo gruppo ha battuto 2-0 i padroni di casa militanti in Eccellenza, al pomeriggio un altro ha rifilato l’1-0 all’Ascoli dell’ex Fiorin. Decisiva la zuccata di Tuia su corner a 3′ dall’intervallo. Dato indicativo. Idee ok, fraseggio e tenuta pure. Il trainer aspetta news su Radunovic, Gatto e soprattutto Bocalon. Anche se si nasconde sui nomi («Non parlo di chi non è ancora nostro giocatore, la società sa bene cosa occorre»), l’allenatore va dritto al sodo: «Tra Coda e Donnarumma bisogna rimpiazzare 22 gol. Di questo ho messo al corrente la società fin dalle loro cessioni. In questo periodo è normale che alcune cose funzionino di più e altre meno. Sul piano della costruzione facciamo bene ma occorre concretizzare».