Per la Casertana si chiude una settimana avara di novità sul fronte del calciomercato. Il club rossoblù è fermo agli ultimi acquisti di Alfageme e Padovan, peraltro neanche utilizzati in Tim Cup per problemi burocratici, ma è ben consapevole che la squadra da consegnare al tecnico Scazzola per la prossima stagione deve essere completata. Manca almeno un elemento, infatti, per singolo reparto, con difesa e centrocampo i settori per i quali bisognerebbe agire con una certa priorità. In difesa si continua a seguire la pista ceca di Jan Polak, già esperto della categoria avendo militato nelle file di Juve Stabia e Cremonese, ma il consulente di mercato Martone non disdegna di seguire altri profili che possano fare al caso della Casertana. Per il centrocampo, accantonato almeno per ora l’avellinese Jidayi, i nomi più gettonati dei giorni scorsi sono stati quelli di Jacopo Dall’Oglio del Brescia, di Giulio Sanseverino del Pisa e di Giovanni Giuffrida, la scorsa stagione con la retrocessa Vibonese. Ma la trattativa maggiormente avviata è quella con Davide Bariti, ventiseienne esterno che nelle due ultime stagioni con Lupa Roma e Rimini ha ricoperto il ruolo di attaccante laterale indifferentemente a destra o a sinistra. Potrebbe essere proprio Bariti, quindi, il tassello che andrebbe a completare il reparto offensivo che oltre ad Alfageme e Padovan, conta nell’apporto di Marotta, Tripicchio e De Filippo.

Antonio Esposito