“State tranquilli. Abbiate fiducia nelle istituzioni. Non vi abbandoneremo”. Sono le parole del presidente Sergio Mattarella riferite da alcune donne, rimaste senza casa, con le quali ha avuto un colloquio in piazza Maio. Una donna gli ha espresso dolore e rabbia (“non credo piu’ nelle istituzioni”), e Mattarella ha ribadito: “Dovete crederci, dovete crederci”. “Il presidente ci ha dato conforto” ha detto Giorgio Balestrieri, fratello di Lina Balestrieri, vittima del terremoto. “Vi riprenderete al piu’ presto e io vi saro’ vicino” ha concluso Mattarella ai familiari di Lina e alle due rappresentanti del comitato. In visita alle popolazioni colpite dal sisma dello scorso 21 agosto, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha incontrato anche Pasquale, il bambino di 7 mesi recuperato dalle macerie insieme ai suoi fratellini Ciro e Mattias, e i suoi genitori. Il Capo dello Stato ha stretto la mano a molti dei cittadini che lo hanno accolto con applausi e sorrisi. “Non ci abbandonate”, chiedono gli ischitani a Mattarella. “L’ho ringraziato per essere venuto subito qui, il suo e’ stato un gesto di grande umanita’”. Cosi’ il vescovo di Ischia, mons. Pietro Lagnese, dopo il suo colloquio in piazza Maio, nel cuore della ‘zona rossa’ di Casamicciola, con il presidente Mattarella.  Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha passeggiato per le strade di Ischia Ponte, seguito da cittadini, turisti e curiosi. Mattarella, che ha fatto anche una sosta a Lacco Ameno e si e’ fermato lungo corso Luigi Mazzella ad ammirare la Cattedrale, arrivato in piazza, e’ stato salutato dall’applauso di una piccola folla che si era radunata.

 

Redazione Cronache della Campania