Lancia bimbo di 2 anni per gioco che cade e muore, 35enne si uccide per i sensi di colpa

Si è ucciso sopraffatto dal senso di colpa alla fine per avere causato la morte di un bimbo di due anni e mezzo, figlio di una sua dipendente, caduto a terra mentre lo lanciava in aria per farlo divertire. Giuseppe T., 35 anni, si era trasferito in Germania, dove era nato. La vicenda era avvenuta […]

Articolo precedenteNapoli, era un pusher del disciolto clan Lo Russo il ferito nell’agguato di Miano
Articolo successivoMondiale finito per il ‘dottore’: Valentino Rossi si frattura tibia e perone in allenamento