Napoli, era un pusher del disciolto clan Lo Russo il ferito nell’agguato di Miano

 E’ in gravi condizioni in sala operatoria, Gaetano Cirillo, il pregiudiocato di 44 anni di Scampia colpito nel tardo pomeriggio di oggi da due proiettili mentre si trovava in un bar di via Lazio a Miano. Il pregiudicato è stato centrato all’addome e a una gamba. Il ferito è un personaggio noto alle forze dellordine per i suoi precedenti per contrabbando e spaccio di droga. L’ultimo suo arresto risale al mese di aprile del 2014 quando fu arrestato dai carabinieri della stazione di Secondigliano per spaccio e detenzione di stupefacente: Con lui anche Giuseppe Carrano. Furono bloccati in via Vincenzo Valente nel quartiere San Gaetano mentre spacciavano per conto del clan Lo Russo.   Gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Scampia sono intervenuti poco dopo le ore 19 in una caffetteria nel quartiere Miano, in via Lazio, dove era stata segnalata l’esplosione di colpi di arma da fuoco. Sul posto gli agenti hanno trovato alcuni bossoli a terra. Poco dopo è giunta al Cardarelli un’ambulanza che trasportava l’uomo, ferito da colpi di arma da fuoco. Indagano gli agenti del Commissariato Scampia e della Squadra Mobile della Questura di Napoli

Redazione Cronache della Campania