Nuove sedie per la Cappella Palatina della Reggia di Caserta. La chiesa consacrata ritorna alla sua originaria vocazione religiosa

Nuove sedie alla Cappella Palatina della Reggia di Caserta. “Sembra un piccolo passo in avanti, ma invece è enorme” spiega il direttore della Reggia Mauro Felicori. “Fino ad oggi gli utilizzatori della Cappella – prosegue Felicori – soprattutto associazioni culturali, ma anche gli organizzatori di convegni e incontri, dovevano fittare le sedie perché la Cappella non ne aveva; il paradosso era che la concessione della struttura era gratuita. Una cosa davvero incredibile che ho scoperto due anni fa quando mi sono insediato”. Saranno 250 le sedie, in plexiglas trasparente e dalla fattura elegante, acquistate grazie alle raccolte fondi dell’associazione Amici della Reggia, e al contributo della Diocesi di Caserta, che da quest’anno ha ripreso a svolgere funzioni religiose durante le prime domeniche del mese, quando gli Appartamenti sono aperti gratuitamente e la Reggia viene presa d’assalto da migliaia di turisti, tra cui molti fedeli. “Non dimentichiamo che la Cappella – spiega il Vescovo di Caserta Giovanni D’Alise – è tuttora consacrata; è importante farla tornare anche alla sua originaria vocazione religiosa. Da settembre contiamo di celebrare messa tutte le domeniche del mese”. Il battesimo delle nuove sedie è previsto il prossimo 4 agosto, quando nella Cappella vanvitelliana risuonerà delle note dell’Orchestra dei bambini coreani. “Con il supporto dei nostri soci – ha spiegato il presidente dell’Associazione Amici della Reggia Paolo Provitera – siamo riusciti a dare il nostro contributo a questa magnifica struttura, degna delle attenzioni che il grande pubblico le sta dedicando in maniera numericamente sempre più significativa”.

Contenuti Sponsorizzati