Stamane gli agenti del Commissariato Polstato di Santa Maria Capua Vetere hanno proceduto all’arresto di Raffaele Guida di 36 anni, in esecuzione di un’ordinanza di misura cautelare della custodia in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale, su conforme richiesta della Procura, per il delitto di rapina pluri-aggravata in concorso con altra persona, commessa in Santa Maria Capua Vetere nel marzo di quest’anno ai danni della rivendita di tabacchi denominata “Antica Tabaccheria”. La misura restrittiva della libertà personale è stata emessa all’esito di articolata attività investigativa condotta dal personale del commissariato di Santa Maria Capua Vetere, coordinata dalla Procura della Repubblica di S. Maria: le indagini consentivano di pervenire alla identificazione del secondo rapinatore che, il 18 marzo scorso, aveva fatto irruzione all’interno della citata rivendita di tabacchi. Nella circostanza, uno dei rapinatori, minacciando il titolare della rivendita con un coltello di grosse dimensione, si impossessava dell’intero incasso giornaliero,  1200 euro, per poi allontanarsi unitamente al complice che lo attendeva in macchina. Le indagini coordinate avevano già permesso di acquisire gravi elementi indizianti nei confronti di un altro giovane pregiudicato di Aversa, Fabio Mariniello, in ordine alla sua partecipazione alla medesima rapina, già arrestato nello scorso mese di aprile.
Le successive indagini che hanno visto gli investigatori impegnati nell’incrocio dei dati informatici analizzando i tabulati in uso al Mariniello, hanno portato all’identificazione del secondo rapinatore, appunto il Guida, che aveva preso parte all’evento delittuoso.

Redazione Cronache della Campania