Migranti: commenti a pagina Fb sindaco Salerno,mandateli via

“Ma con tutto quello che stanno combinando ancora li fate sbarcare?”; “non c’e’ lavoro per noi italiani, ma per i profughi si trova il lavoro: casa, bisognerebbe fermare tutto questo”; “se ne devono andare”; “sono troppi, basta”: sono solo alcuni dei commenti lasciati da utenti anonimi sul profilo Facebook del sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli che ieri ha espresso la sua vicinanza per la morte delle 26 ragazze arrivate gia’ morte sulla nave spagnola Cantabria. “Avevo scritto un piccolo post sul mio profilo Facebook – dice Napoli – e ho letto di commenti e reazioni scomposte e inqualificabili”.
Secondo il sindaco di Salerno “e’ un indice, per fortuna, assolutamente ristretto ma che mette in allarme. Il Comune di Salerno ha una tradizione antica di accoglienza e solidarieta’. Tentiamo di dare soccorso e aiuto a tutti, non solo ai migranti ma anche ai piu’ deboli della societa'”. Per Vincenzo Napoli si tratta di “una tragedia immane. Questa mattina mi sono recato nella sala mortuaria per rendere un omaggio doveroso a queste giovani donne. Io spero che le forze dell’ordine e la magistratura riusciranno a ricostruire cos’e’ successo a queste povere ragazze. Se si appurasse che siano state anche oggetto di violenze e abusi nel dolore del viaggio che hanno compiuto ci sarebbe un ulteriore orrore. Credo che l’Europa si debba fare carico, con spirito comune, di una tragedia globale. La risposta da darsi deve essere globale ed europea. Su queste tematiche della globalizzazione non si deve rispondere con le ovvieta'”.