Sparisce con l’amante ma continua a incassare l’assegno di mantenimento dei figli: processo alla mamma

Una madre di quattro figli sparisce facendo perdere le sue tracce. Si tratta di una donna di quarantacinque anni della provincia di Salerno che durante il matrimonio, ha intrattenuto diverse relazioni extraconiugali e che non si è mai interessata dei propri figli di cui tre molto piccoli. Inoltre, la donna, scappata con un altro uomo, ha continuato ad incassare gli assegni assistenziali erogati dal’Inps per il mantenimento della prole.
“È sparita facendo perdere le proprie tracce, durante il matrimonio ha intessuto costantemente relazioni extraconiugali e non si è mai interessata dei propri bambini”: sono proprio le motivazioni con cui i giudici del tribunale per i minori di Salerno (presidente relatore Pasquale Andria, a latere Giancarlo D’Avino e Daniela Grimaldi) le hanno revocato la potestà genitoriale.
Il provvedimento dei giudici accoglie, quindi, il ricorso avanzato dal padre dei ragazzini che aveva chiesto l’affido esclusivo della prole anche in considerazione del fatto che, da quando la moglie è andata via, i bimbi vivono con lui che, senza un lavoro, si arrangia come può per provvedere al loro mantenimento.
Ma la donna è anche sotto processo preso il Tribunale di Salerno per appropriazione indebita e abbandono di minori.
Secondo le accuse infatti la donna avrebbe continuato a prelevare mensilmente gli assegni erogati dall’Inps per il mantenimento dei figli tenendo per sé l’intera somma e non corrispondendo nemmeno un centesimo ai ragazzi