Catturato in Spagna il killer Igor il russo dopo una sparatoria in cui ha ucciso tre persone

Il killer di Budrio Igor “il russo” è stato fermato in Spagna dopo un conflitto a fuoco. E’ quanto si apprende da fonti della polizia italiana. Igor “il russo”, in realtà il serbo Norbert Feher, alias Igor Vlacavic, era ricercato in Italia e all’estero per gli omicidi del barista di Budrio Davide Fabbri e della guardia ecologica volontaria Valerio Verri e sospettato anche dell’uccisione del metronotte Salvatore Chianese. La Guardia Civil ha chiesto alla polizia italiana conferme sui dati dattiloscopici del fermato.
Igor il Russo e’ stato catturato nella tarda serata di ieri, spiegano in una nota i Carabinieri, dopo che tre persone sono morte, tra cui due militari della guardia civil, nel corso di una sparatoria con l’uomo individuato come Norbert Feher, da tempo latitante. La localita’ nella quale sono accaduti gli avvenimenti si trova nella zone di El Ventorrillo, compresa tra le citta’ di Terruel in Andorra ed Albalete del Arzobispo. “La procura della Repubblica di Bologna, coordinando i Carabinieri del Ros e del comando provinciale di Bologna e Ferrara – e’ scritto nella nota – aveva gia’ da tempo avviato mirata attivita’ rogatoriale in Spagna, avendo avuto riscontro a seguito delle indagini svolte della presenza del latitante.
In questa prospettiva, oltre a specifiche attivita’ in Serbia, Austria e Francia (grazie alla fruttuosa collaborazione ed alla grande disponibilita’ degli organi competenti) si erano svolti numerosi incontri di coordinamento con le autorita’ di polizia spagnole, sin dall’estate, anche con trasferte ed attivita’ tecniche e dinamiche direttamente svolte sul territorio spagnolo, di concerto con gli organi di polizia spagnoli. tali attivita’ sono state peraltro agevolate dalle attivita’ di coordinamento di Eurojust e di supporto della Dcsa”.