Diciassettenne accoltellato, l’appello del questore De Jesu: “Nessun minore identificato, chi sa parli per riscattare Napoli”

Napoli. “Il questore di Napoli, Antonio De Iesu, ritiene doveroso precisare che le serrate indagini condotte dalla Squadra Mobile non hanno ancora portato, allo stato, alla identificazione degli autori dell’efferato gesto criminale”. E’ quanto si precisa in una nota della Questura in merito a notizie di stampa sull’accoltellamento di un 17 enne in via Foria. “Nell’immediatezza dell’evento – prosegue la nota – e a non trascurabile distanza dal teatro del crimine, sono stati fermati alcuni minorenni in atteggiamento sospetto, sui quali, allo stato, l’organo investigativo non possiede elementi di prova sul loro presunto coinvolgimento nell’azione delittuosa; successivamente all’identificazione sono stati affidati ai propri genitori non emergendo a loro carico elementi di colpevolezza”. “Nella circostanza – prosegue la nota – il questore di Napoli coglie l’occasione per rivolgere un accorato appello ai cittadini presenti nell’area dell’evento, affinchè segnalino al centralino di emergenza 113 della Questura informazioni utili sulle caratteristiche somatiche e sull’abbigliamento degli autori del crimine ovvero eventuali filmati, al fine di dare ulteriore impulso alle attività investigative e dare un nome ai criminali che non hanno avuto pieta’ per un giovane ragazzo, ferendolo con numerose coltellate e mettendo a serio pericolo la sua vita. Questo è il momento – sottolinea il questore – per dare un segno concreto, da parte di chi ha visto, di cittadinanza attiva e consapevole collaborando con le forze di Polizia al fine di contribuire a riscattare l’immagine della città e l’alto senso civico che storicamente caratterizza la comunità partenopea. Il questore assicura l’assoluta riservatezza della fonte”. Le indagini – conclude il comunicato – sono in piena evoluzione con la preziosa collaborazione dell’Arma dei Carabinieri e sotto il sapiente coordinamento della Procura per i minorenni e di quella  ordinaria.