Si è tenuta stamattina, davanti al gip Claudio Marcopido del Tribunale di Napoli, la requisitoria per coloro che sono imputati nell’operazione eseguita lo scorso gennaio contro il clan Mallardo. Il pm della Dda Maria Cristina Ribera ha formulato le richieste di condanna che vanno dai 3 anni ai 20 chiesti per il boss Vincenzo ‘o Malato. Tra i reati contestati a vario titolo ci sono: associazione di stampo mafioso, estorsione, truffa, ricettazione, violenza privata, minaccia, falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici e false dichiarazioni o attestazioni in atti destinati all’autorità giudiziaria, turbativa d’asta. Nel mirino degli uomini del Gico, Gruppo investigazione criminalità organizzata, l’ala “militare” del clan, che per gli inquirenti era capeggiata da Vincenzo D’Alterio, Giuseppe Ciccarelli e Giuliano Pianese (quest’ultimo formalmente dipendente della Asl Napoli 2 Nord), che, “mediante l’intimidazione mafiosa, avrebbero controllato il territorio sulla fascia costiera dell’area settentrionale di Napoli (Varcaturo, Lago Patria e Licola)”. Alcuni degli arrestati sono tutt’ora in carcere, mentre altri, tra cui il medico dell’Asl Perrino, fu scarcerato dal Riesame.

ECCO TUTTI I NOMI DEGLI IMPUTATI

1. Vincenzo D’Alterio residente a Giugliano – detenuto – (difeso dall’avvocato Alfonso Palumbo) chiesti 20 anni

2. Davide Barbato residente a Giugliano – ai domiciliari – (difeso dall’avvocato Antonio Russo)

3. Giuseppina Basile residente a Giugliano (difesa dall’avvocato Giovanni Guariniello)  chiesti 5 anni

4. Marco Carrella residente a Giugliano – detenuto – (difeso dagli avvocati Libero Mancuso e Francesco Casillo) chiesti 12anni 

5. Ernesto Cecere residente a Giugliano (difeso dall’avvocato Domenico Pennacchio)

6. Gaetano Cecere residente a Giugliano (difeso dall’avvocato Luigi Canta)  chiesti 6 anni

7. Assunta Ciccarelli residente a Giugliano (difesa dagli avvocati Gennaro Lepre e Marco Guaglianone) chiesti 6 anni

8. Francesco Ciccarelli residente a Giugliano (difeso dagli avvocati Gennaro Lepre e Marco Guaglianone) chiesti 8 anni

9. Giuseppe Ciccarelli residente a Giugliano – detenuto – (difeso dagli avvocati Paolo Trofino e Marco Sepe) chiesti 18 anni

10. Silvestro Ciccarelli residente a Giugliano (difeso dagli avvocati Gennaro Lepre e Marco Guaglianone) chiesti 8 anni

11. Biagio D’Alterio residente a Giugliano (difeso dall’avvocato Matteo Casertano)

12. Giovanna D’Alterio residente a Giugliano (difesa dall’avvocato Alfonso Palumbo)  chiesti 8 anni

13. Giuseppe D’Alterio del 1960 residente a Giugliano (difeso dall’avvocato Matteo Casertano)  chiesti 16 anni

14. Giuseppe D’Alterio del 1974 residente a Giugliano – detenuto – (difeso dagli avvocati Alfonso Palumbo e Claudio Botti)

15. Umberto D’Alterio residente a Giugliano (difeso dall’avvocato Matteo Casertano)

16. Isabella Damiano residente a Pozzuoli (difesa dall’avvocato Alfonso Palumbo)  chiesti 6anni

17. Monica De Carlo residente a Napoli (difesa dall’avvocato Lello Della Pietra)

18. Salvatore De Carlo residente a Pozzuoli (difeso dagli avvocati Anna Catapano e Lello Della Pietra)

19. Domenico di Lorenzo residente a Giugliano (difeso dall’avvocato Giovanni Guariniello)

20. Giuliano Di Lorenzo residente a Napoli – detenuto – (difeso dagli avvocati Anna Catapano e Lello Della Pietra) chiesti 18 anni

21. Giuseppina Di Lorenzo domiciliata a Giugliano (difesa dall’avvocato Anna Savanelli)  chiesti 3 anni

22. Teresa di Lorenzo residente a Giugliano (difeso dall’avvocato Anna Savanelli)  chiesti 5 anni

23. Francesco Di Nardo residente a Giugliano (difeso dall’avvocato Antonio Dell’Aquila)  chiesti 3 anni

24. Luigi Felace residente a Mugnano (difeso dall’avvocato Giovanni Guariniello)

25. Michele Felace residente a Giugliano (difeso dall’avvocato Giovanni Guariniello)

26. Teresa Felace residente a Giugliano (difesa dall’avvocato Alfonso Palumbo)  chiesti 8 anni

27. Anna Galluccio residente a Villaricca (difesa dall’avvocato Bibiana Marsilia)  chiesti 5 anni

28. Antonietta Granata residente a Giugliano (difesa dall’avvocato Salvatore Cacciapuoti)

29. Felice Granata residente a Giugliano – ai domiciliari – (difeso dall’avvocato Antonio G. Russo)

30. Stefania Granata residente a Giugliano (difesa dall’avvocato Salvatore Cacciapuoti)

31. Anna Incarnato residente a Brusciano (difeso dall’avvocato Giovanni Guariniello)

32. Raffaele Incarnato residente a Napoli (difeso dall’avvocato Giovanni Guariniello)

33. Aureliano Iovine residente a Napoli (difeso dall’avvocato Carla Maruzzelli)

34. Sabrina Iovine residente a Mogliano Veneto (difeso dall’avvocato Marco Muscariello)

35. Marco La Volla residente a Villaricca (difeso dall’avvocato Antonio Dell’Aquila)  chiesti 12 anni

36. Luigi Mauriello residente a Giugliano (difeso dall’avvocato Nunzio Mallardo)  chiesti 8 anni

37. Antonio Morrone residente a Castelvolturno (difeso dall’avvocato Giuseppe Pirozzi)

38. Pasquale Parisi residente a Giugliano (difeso dall’avvocato Pasquale Pianese)

39. Gennaro Perrino residente a Vico Equense (difeso dagli avvocati Arturo Frojo e Errico Frojo)

40. Antonio Pianese residente a Giugliano (difeso dagli avvocati Guastavo Pansini e Antonio Dell’Aquila)  chiesti 12 anni

41. Giuliano Pianese residente a Villaricca (difeso degli avvocati Gustavo Pansini e Antonio Dell’Aquila)

42. Marilena Pianese residente a Villaricca (difeso degli avvocati Gustavo Pansini e Antonio Dell’Aquila)  chiesti 10 anni

43. Luigi Puca residente a Sant’Antimo (difeso dall’avvocato Giovanni Guariniello)

44. Claudio Radente residente a Giugliano (difeso dall’avvocato Giuseppe Pellegrino)  chiesti 8 anni

45. Raffaele Sebillo residente a Quarto (difeso dall’avvocato Davide Valenziano)

46. Gaetano Stanzione residente a Pozzuoli (difeso dall’avvocato Angelo Vignola)

47. Anna Taglialatela Scafati residente a Giugliano (difeso dall’avvocato Umberto Perga)

48. Ciro Topo residente a Giugliano (difeso dall’avvocato Antonio Piantadosi)

49. Giovanni Topo residente a Giugliano (difeso dall’avvocato Angelo Vignola e Antonio Piantadoti)

50. Maria Teresa Topo residente a Giugliano (difeso dall’avvocato Salvatore Impradice)

(fonte teleclubitalia.it)

Redazione Cronache della Campania