”Come Fim Cisl campana e napoletana apprezziamo e siamo ovviamente soddisfatti per la decisione assunta dalla politica che finalmente ha recepito le nostre pressanti richieste e dato risposte alle lotte dei lavoratori. Ora non resta che concretizzare il patto stretto tra il premier Renzi ed il governatore campano De Luca”. E’ quanto ha affermato il segretario generale della Fim Campania, Giuseppe Terracciano, commentando lo stanziamento di 10 miliardi di euro per la Regione Campania, annunciato dal presidente del Consiglio Matteo Renzi. ”Tra quelli destinati alla crescita industriale – ha aggiunto – spiccano i circa 400 milioni destinati a Fincantieri. L’investimento, nei fatti, rilancia il cantiere stabiese attraverso una importante commessa di lavoro e come Fim, nel contempo, ribadiamo la necessità di ulteriori e più stringenti interventi strutturali per rendere definitiva la ripresa e non ritrovarci di nuovo, a breve, nelle condizioni di crisi che abbiamo subito e affrontato recentemente. Buona parte dello stanziamento è destinato alla costruzione della nave oceanografica più volte preannunziata e che finalmente vede una reale prospettiva di esecuzione”. Per Terracciano ”non bisogna cullarsi sugli allori, ma continuare a monitorare le professionalità, le competenze, le tecnologie e la strutturazione per restare saldamente sul mercato e non scivolarne fuori senza nemmeno accorgersene”. ”Fincantieri deve tornare ad essere leader o tra i leader del settore della Cantieristica a livello mondiale – ha concluso il sindacalista – ci sono le capacità intellettuali e professionali, ora ci sono anche congrui investimenti, bisogna solo rimboccarsi le maniche”.

Redazione Cronache della Campania