La sorpresa è che stasera Nicola Cuomo e Nello Di Nardo siederanno allo stesso tavolo  per discutere delle prossime elezioni amministrative di Castellammare e per delineare il profilo del candidato sindaco. Ma non è quello del centro sinistra, ne quello del pd bensi è quello del cartello che sta diventando sempre più ampio dei civici moderati stabiesi. L’ex sindaco Pd defenestrato da molti di quelli che stasera siederanno con lui è stato invitato a partecipare alla coalizione dei moderati con la sua lista civica “Castellammare Bene Comune” e quindi stasera sarà insieme con Nello Di Nardo di Italia dei Valori partito che ha determinato lo scioglimento del consiglio comunale abbandonando la maggioranza. E quindi ad oggi il cartello dei moderati può contare su oltre dieci sigle civiche che sicuramente non sfoceranno in altrettante liste ma è una coalizione che si rafforza ogni giorni di più. Al momento ci sono Stabia Popolare-Ncd, Stabia in Progress, Stabia é, Città Futura, Cittadini per Castellammare, Agenda Social, la lista civica dell’architetto Eduardo Melisse e quella del dentista Pio Donnarumma. E negli ultimi giorni si sono aggregati Italia dei Valori e da stasera anche Castellammare bene comune. La coalizione non ha ancora scelto se andare da sola, ma a questo punto con questa forza appare la strada più percorribile, tantomeno ha scelto il candidato sindaco indicato. Con l’entrata in gioco delle due forze che provengono dal centro sinistra ora si fanno strada tre nomi: quella dell’ex vice sindaco di Cuomo, la dottoressa Maria Rita Auricchio, Mello Di Nardo e l’architetto Melisse. Sono i nomi sui quali la coalizione dei moderati comincerà a discutere per scegliere il candidato sindaco.

 Girolamo Serrapica

Girolamo Serrapica