Secondigliano, rimprovera un’automobilista: picchiato a sangue dal branco. E’ in prognosi riservata

Una notte di sangue e follia a Secondigliano dove un litigio legato a semplici motivi di viabilità si è trasformato in un linciaggio senza precedenti. Protagonista del pestaggio un ra- gazzo della zona che stava accompagnando a casa la fidanzatina. Il giovane  era in sella al suo scooter, e d un certo punto in via Torricelli ha incrociato un’auto che stava sfrecciando contromano e dopo aver evitato per un soffio lo scontro ha gridato all’automobilista tutto il proprio disappunto. Il tutto sembrava essersi concluso qui ma mentre il ragazzo stava salutando la fidanzatina è stato raggiunto dal “pirata” della strada incrociato poco prima che lo ha bloccato e schiaffeggiato. Poi sono arrivate altre quattro persone che con una mazza di acciaio lo hanno massacrato senza pieta. Il ragazzo a terra in un lago di sangue ha iniziato a chiedere aiuto e all’arrivo di alcuni residenti della zona il branco si è dileguato nel nulla. Le persone presenti in attesa dei soccorsi hanno cercato di tamponare una brutta ferita alla testa del ragazzo con alcuni indumenti. Sul posto, dopo pochi minuti,  è arrivata un’ambulanza del 118 che ha trasportato il giovane in ospedale. Sotto choc la fidanzata della vittima che non è riuscita a raccontare nulla alle forze dell’ordine. Il ragazzo per ora non ha presentato denuncia e quindi la vicenda potrebbe essere archiviata già dalle prossime ore. Resta  ricoverato in ospedale in prognosi riservata anche se le sue condizioni non sono gravi.

Redazione Cronache della Campania