E’ avvolta nel mistero la morte di Vincenzo Caruso, 67 anni, di Roccagloriosa nel Cilento , trovato ancora vivo con il cranio frantumato nei pressi della sua abitazione, e deceduto nell’ospedale di Sapri . Da un primo esame esterno del cadavere, l’ipotesi più plausibile è che Vincenzo Caruso possa essere stato colpito alla testa con un corpo contundente rinvenuto non molto lontano dal cadavere. Sono state riscontrate ulteriori ferite, in diverse parti del corpo, e non si esclude che possa essere stato colpito durante una lite. L’uomo, non era sposato, viveva da solo nella propria abitazione di Roccagloriosoa dopo aver lavorato per anni in Svizzera. Sul grave fatto di sangue indagano i carabinieri della compagnia di Sapri che stanno passando al setaccio le relazioni personali del 67enne.

Redazione Cronache della Campania