Detenuto morto in carcere, l’assistenza sanitaria: “I farmaci non erano dannosi”

  L'uomo di 36 anni morto mercoledi' scorso nel carcere del Coroneo di Trieste "era noto e preso in carico" dai servizi dell'Asuits (Azienda sanitaria Universitaria Integrata di Trieste (Asuits) ed "e' stato seguito fuori e dentro il carcere, per il problema di disagio psichico e anche per altre problematiche di diversa natura clinica". Lo […]

Articolo precedenteIl big match fra San Giorgio ed Afragolese termina in pareggio: la sfida per i play-off è ricca di gol ed al “Paudice” finisce 3 a 3
Articolo successivoCinema: Siani e Cattleya Lab, ad ottobre esce film siciliano