«Sono contento di aver centrato insieme ai ragazzi ed alla società, un traguardo importante come quello dei playoff. È un risultato di grande prestigio per quello che questi ragazzi in pochi mesi hanno saputo fare. Ora – abbiamo un’altra gara da onorare, quella con la Reggina, ormai salva e dobbiamo dimostrare che tutto quello fatto sinora è stato frutto della voglia e delle capacità di una squadra che ha saputo resistere e soffrire per gran parte della stagione. Lo striscione di fine gara? Non l’ho visto. Ero nello spogliatoio e ad onor del vero mia figlia prima della partita mi aveva chiesto di salutare il pubblico presente. Non l’ho fatto, ma non per cattiveria. Dobbiamo ancora essere concentrati e stare sul pezzo sino alla fine, poi tireremo le somme»,

 

Contenuti Sponsorizzati