Napoli, è giallo sul ferimento della figlia di “Spaluzzella” dei Quartieri Spagnoli

Gli inquirenti stanno verificando le versioni fornite dai feriti del triplice accoltellamento avvenuto l’altra sera nella zona di Montesanto ai Quartieri Spagnoli. Secondo il racconto fatto dai tre il ferimento sarebbe avvenuto per un loro intervento in una lite tra altre persone. Quella che ha avuto la peggio, ben 11 coltellate, è Tonia Morrone, 29enne, figlia di Lucio Morrone detto “Spalluzzella” noto pregiudicato dei Quartieri. I fendenti l’hanno centrata alla schiena, all’addome e alle braccia: E’ in gravi condizioni, anche se non in pericolo di vita. E’ andato meglio alla madre Vincenza De Fortis Nadi, di 53 anni, e a Gennaro Masiello, 27enne, tutti e incensurati. Per la donna i medici hanno stabilito 10 giorni di prognosi, 7 invece per l’uomo. Non ci sarebbe alcun legame con la malavita e con le frizioni in atto tra i clan ai quartieri spagnoli dietro il ferimento. Il racconto dei tre combacia. Anche se gli investigatori vista la parente delle due donne ci vanno cauti. E’ il movente che è poco chiaro e soprattutto quelle 11 coltellate inferte a Tonia Morrone, figlia di Lucio che non convincono gli investigatori. E come se ci fosse stato un accanimento poco spiegabile nei confronti di chi interviene per sedare una rissa tra altre persone.

 

Contenuti Sponsorizzati