Caserta, maxi sequestro di sigarette di contrabbando: un arresto

La Guardia di Finanza di Caserta ha sequestrato circa 1,3 tonnellate di sigarette di contrabbando e arrestato un ucraino. Sull’A1 i finanzieri hanno intercettato e pedinato un camper sospetto di grandi dimensioni, con targa slovacca, che ha imboccato l’uscita di Caserta centro e ha terminato la propria corsa in un parcheggio nell’area industriale di Marcianise. Al momento del controllo l’autista, di nazionalità ucraina, ha dichiarato di essere venuto in Italia per trascorrere un periodo di ferie. I militari, insospettiti dall’atteggiamento del conducente nonché dal fatto che avesse noleggiato un camper con 6 posti letto per soggiornare da solo, hanno deciso di procedere a un controllo del mezzo. A seguito dell’ispezione del camper, le Fiamme Gialle casertane hanno rinvenuto, nascosti nel vano cuccetta, nel bagno, negli armadi e nel bagagliaio, 6.265 stecche di sigarette di contrabbando per un peso complessivo di circa 1,3 tonnellate. Il tabacco, destinato al mercato napoletano e privo del contrassegno di Stato, riportava noti marchi di sigarette. Al termine delle operazioni, le sigarette e il mezzo di trasporto utilizzato dal contrabbandiere, per un valore di oltre 350.000 euro, sono stati sottoposti a sequestro, mentre il soggetto responsabile del traffico illecito è stato arrestato per contrabbando di tabacchi lavorati esteri e, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, è stato portato in carcere. 

Contenuti Sponsorizzati