Terremoto a Ischia, già effettuate 620 verifiche: 201 edifici inagibili, ci sono anche 10 scuole

Proseguono le verifiche di agibilita’ sulle strutture scolastiche e sulle abitazioni private per le quali i cittadini dei Comuni colpiti dal sisma dello scorso 21 agosto hanno presentato complessivamente 1.999 istanze di sopralluogo presso i centri di coordinamento comunali: 1.336 a Casamicciola, 623 a Lacco Ameno e 40 a Forio d’Ischia. Lo rende noto la Protezione Civile. Nella giornata di oggi sono 29 le squadre di tecnici abilitati Aedes (Agibilita’ e danno nell’emergenza sismica) impegnati nei tre Comuni. Sono inoltre 15 i tecnici messi a disposizione, a supporto dei COC (Centro di Coordinamento Comunale) di Casamicciola Terme, di Lacco Ameno e del COM (Centro Operativo Misto) di Casamicciola, per la gestione delle richieste. A ieri sono state effettuate complessivamente 620 verifiche di agibilita’ su edifici privati, pubblici, scuole, alberghi e Istituti di cura. Dei 531 sopralluoghi sugli edifici privati, 190 sono gli esiti di agibilita’, 16 agibili come struttura ma inagibili per rischio esterno, 108 temporaneamente o parzialmente inagibili, 2 da rivedere e 201 esiti di inagibilita’. Sono inoltre 14 le schede alle quali, al momento, non e’ stato possibile attribuire esito. Su 28 strutture scolastiche verificate nei tre Comuni, invece, 10 scuole sono risultate agibili, 8 parzialmente o temporaneamente inagibili e 10 inagibili. 

Sono al momento concluse le verifiche di agibilita’ con schede Aedes sugli edifici pubblici, sugli Istituti di cura e sugli alberghi. Dei 13 edifici pubblici ispezionati 7 sono risultati agibili, 4 temporaneamente inagibili e 2 inagibili mentre, dei 3 gli Istituti di cura verificati, 2 sono gli agibili e 1 temporaneamente inagibile. I sopralluoghi sulle 45 strutture alberghiere, invece, hanno restituito 33 esiti di agibilita’, di cui 1 agibile come struttura ma non utilizzabile per rischio esterno, 3 temporaneamente o parzialmente inagibili anche per rischio esterno, 1 da rivedere, 7 inagibili e una, al momento, senza esito. Secondo i dati forniti dai Comuni, rimangono stabili a circa 1.500 le persone assistite dal Servizio Nazionale di Protezione Civile che, la scorsa notte, hanno trovato ospitalita’ prevalentemente nelle strutture alberghiere dell’isola: poco meno di 1.200 provenienti dal comune di Casamicciola, 291 dal Comune di Lacco Ameno. A questi si aggiungono le 23 persone che il Comune di Forio ha alloggiato, in parte in alberghi e in parte in una struttura sanitaria di lunga degenza, e tutti gli altri cittadini che, non potendo rimanere nelle proprie case perche’ inagibili o in attesa delle verifiche, hanno trovato autonomamente una sistemazione.

Redazione Cronache della Campania